Vitalizi, Di Maio contro ex deputato radicale. Ma è morto nel 2016

Vitalizi, Di Maio contro ex deputato radicale. Ma è morto nel 2016

"Roma, 17 lug. (askanews) - ".un certo Boneschi, dopo un giorno in Parlamento, 3.108 euro al mese di vitalizio.". Non c'è il due senza il tre, stiamo a vedere se il povero Boneschi verrà tirato nuovamente in ballo a sproposito in un'altra gaffe del premier in pectore. Eletto il 12 maggio 1982 in sostituzione del dimissionario Marcello Crivellini aveva presentato le dimissioni, accettate, il giorno successivo.

Di Maio torna dunque su un tema caro al M5S, il vitalizio parlamentare che è stato eliminato per gli eletti nell'ultima legislatura (oggi la pensione dei parlamentari è calcolata col contributivo e scatta dopo 4 anni, 6 mesi e un giorno di legislatura a 65 anni), ma che rimane per gli ex deputati e senatori. Se il riferimento è a Luca Boneschi, beh, a Di Maio do una notizia: l'on.

Peccato che Luca Boneschi, del Partito Radicale, precisa Gianfranco Librandi, "è purtroppo venuto a mancare lo scorso anno". "Solo per il M5s sono una priorità" afferma Di Maio che attacca il Pd, per essere riuscito ad ostacolare la sua stessa proposta Richetti, ma anche Fi: "Finora gli unici pensionati che Berlusconi ha aiutato sono i suoi parlamentari ai quali ha assicurato il vitalizio facendo in modo che Forza Italia si opponesse tutte le volte in cui M5S ha provato ad abolirli".