"Voyager. Ai confini della conoscenza" torna in Umbria. Ecco dove

Inoltre, a Voyager si faranno delle rivelazioni sul passaggio segreto nascosto sotto uno dei gradini del Campanile di San Fortunato a Todi, con l'obiettivo di scoprire di più sulle origini del Museo delle Mummie di Ferentillo.

Torna su Rai Due una serata dedicata alla scienza e che vede protagonista Roberto Giacobbo con Voyager - Ai confini della conoscenza. Chi era in realtà Archimede?

Perché fu costruito un sentiero in un luogo tanto inaccessibile?

Sarà poi la volta di Siracusa, città natale del più grande e multiforme genio dell'antichità: Archimede. Insieme ad esperti conosceremo aspetti ancora inediti dello scienziato, ingegnere e matematico a cui si deve la costruzione della nave più grande e imponente dell'epoca. Ma non solo; costruì fortezze e macchine belliche che ancora adesso destano stupore. Ha fatto delle riprese in un pozzo di bonifica lungo il sentiero 5, accompagnato da un geologo del Comune di Terni che gli ha dato notizia sull'intervento di messa in sicurezza della rupe di Marmore. Sappiamo molto di lui, ma oggi sofisticate tecnologie potrebbero aiutare a recuperare altri suoi scritti, finora considerati perduti: quali? Per non parlare poi delle varie versioni con le quali il buon Roberto Giacobbo ci ha tenuto compagnia con il suo sensazionalismo che da sempre lancia (involontariamente?) un guanto di sfida alla divulgazione degli Angela, riscuotendo anche un certo gradimento: secondo una recente stima, il 50% degli spettatori si inquadra nella fascia 40/44 anni, e si registra un alto gradimento tra i millenians, soprattutto grazie all'interesse reclamato dai social, dove la pagina Facebook del programma, attiva dal 2012, avrebbe attualmente circa 301.542 follower. Roberto Giacobbo cercherà di capire dove potrebbe essere situato il luogo di seppellimento del grande scienziato. Cosa si "nascondeva" dietro il suo genio assoluto? Sembra che il contenuto dello scrigno sia direttamente connesso con Ercolano e l'eruzione del Vesuvio che distrusse la città.

Nella seconda parte della puntata, Giacobbo ha abbandonato le vesti dello storico in quello che è lo spazio dedicato al temi "ai confini della conoscenza", addentrandosi in un'indagine a 360° sul mondo dei gemelli, in particolare su cosa esattamente sia la misteriosa sindrome del Gemello Scomparso, fantomatico disturbo che colpirebbe addirittura una persona su 8. Davvero il nostro cervello modifica sé stesso a seconda dell'esperienza vissuta? È possibile per ognuno di noi agire coscientemente per cambiare la propria mente biologicamente? E ancora: la nostra mente può guarirci dal dolore, come e più di un farmaco?