Choc a Siena, migrante accoltella autista bus

Choc a Siena, migrante accoltella autista bus

Violenza e paura a Monteriggioni (Siena). Un ivoriano di 19 anni dopo una lite a bordo del mezzo pubblico (per motivi ancora da chiarire) ha attaccato l'autista, che ora versa in gravi condizioni in ospedale, avendo perso molto sangue per le ferite.

Secondo la ricostruzione, dopo aver sparato alcuni colpi in aria, i carabinieri hanno fermato l'ivoriano con un colpo di arma da fuoco a una gamba. Il giovane africano è piantonato in reparto.

Nessun carabiniere è rimasto ferito e accertamenti dei carabinieri sono in corso sulla vicenda. L'ivoriano è poi risultato essere in stato di ubriachezza. Secondo la ricostruzione dei carabinieri, il giovane era da solo sul bus, insieme all'autista. Quindi, i carabinieri hanno sparato ferendolo a una coscia. I #migranti sono spesso abbandonati a sé stessi ed anche quando hanno il foglio di via non sempre lo rispettano. I militari sono riusciti a fermarlo sparandogli un colpo di pistola alla gamba. L'immigrato ha tentato di fuggire in un bosco, dove è stato raggiunto poco dopo dai militari. Anche l'arma e' stata recuperata dai militari poco vicino all'uomo accasciato a terra.

Nel mesi scorsi la Caritas lo aveva allontanato dalla casa dove era ospitato.

Attualmente era senza fissa dimora. A Poggibonsi, inoltre, il 19enne è stato arrestato dalla polizia ferroviaria dopo aver colpito con un pugno un controllore che gli chiedeva il biglietto. L'africano si trovava su un autobus della linea Monteriggioni Siena e, poco dopo l'ora di pranzo in zona Santa Colomba, alcuni passanti sono dovuti intervenire sull'autobus dove c'erano il giovane ubriaco ubriaco con l'autista.

"Le persone che delinquono vanno perseguite e condannate, questi atti non possono certo rimanere impuniti lasciando circolare liberamente chi non segue le regole e per di più compie crimini". "È stato ferito. Peccato".