Meteo estremo: allarmante ondata di calore con temperature record

Meteo estremo: allarmante ondata di calore con temperature record

"Parliamo di temperature decisamente alte che, unitamente all'umidità e agli elevati valori termici pomeridiani, determineranno un moderato disagio bioclimatico per una buona percentuale popolazione che potrebbe iniziare a soffrire per queste condizioni di caldo".

Una nuova espansione dell'anticiclone sta portando sull'Italia un'intensa ondata di caldo, la quinta di questa torrida estate 2017. Nella giornata di ieri i termometri si sono portanti già verso i +40 gradi specie tra Toscana, Umbria e Lazio. L'anticiclone africano ingloberà tutta la penisola in una bolla d'aria davvero rovente con il picco di calore a metà della prossima settimana, quando nelle aree interne si supereranno i 35-36° con punte però anche di 38-40°. A Roma la temperatura potrà superare la soglia di 42° centigradi. E ancora non si intravede l'arrivo di temporali significativi, dove per significativi si intende più duraturi che intensi (e violenti, con tutti i danni del caso).

METEO SARDEGNA, stime dell'ondata di caldo. Localmente si raggiungeranno anche i 43-45 gradi, in particolare questi valori si potranno raggiungere nelle zone di pianura-bassa collina dove l'aria sarà più secca e consentirà un forte riscaldamento nel corso della giornata. A Napoli è previsto bel tempo per l'intera settimana, le temperature sfioreranno i 36° C mercoledì, ma a causa dell'alto tasso di umidità se ne percepiranno fino a 40°C. Non c'erano i presupposti per prospettare un'ondata di caldo di quella intensità di cui si parla.

Non resta altro che seguire i consigli diramati ad inizio estate dall'Ausl Romagna per limitare la sofferenza da caldo.

Il mese di luglio 2017 si conclude con una temperatura media di 27.3°C rilevata presso la stazione storica dell'Osservatorio Geofisico del Dipartimento di Ingegneria "Enzo Ferrari" - DIEF di Unimore, che si trova a Modena sul torrione orientale del Palazzo Ducale, superiore di +1.9°C rispetto alla media di riferimento del trentennio 1981-2010.