In Val Pusteria gravi danni, strade chiuse per frane

In Val Pusteria gravi danni, strade chiuse per frane

Al Sud, invece, il caldo rimane persistente con massime tra i 35 e i 42 gradi.

Intanto i forti temporali che nella notte tra sabato e domenica si sono abbattuti sull'Alta Val Pusteria, in Alto Adige, hanno provocato una serie di frane causando allagamenti e smottamenti: la linea ferroviaria e la strada statale tra Dobbiaco e San Candido sono state interrotta per danni.

Ad ora non si segnalano nè morti nè feriti, fortunatamente, ma soltanto diverse vetture rimaste bloccate tra una frana e l'altra. Ottanta passeggeri a bordo sono stati raggiunti e portati nei punti di assistenza allestiti nelle stazioni di Valdaora e Monguelfo. Particolarmente coinvolto l'Alto Adige dove un forte temporale notturno ha scaricato circa 70mm di pioggia in Valpusteria., sopratutto nella zona di Braies e Dobbiaco.

Alle operazioni di soccorso ha preso parte anche il 4° reggimento Aviazione dell'Eserctio 'Altair', che nella serata di ieri, intorno alle 22, è stato allertato, riferisce l'Esercito, dal Commissariato del Governo della Provincia di Bolzano per intervenire in zona Braies-Ponticello a seguito dell'esondazione di un torrente che ha provocato delle frane che hanno interrotto la viabilità ordinaria e messo a rischio molte strutture e abitazioni nella zona. Alcune autovetture parcheggiate sono state trascinate dalle correnti. Le fiamme, alimentate dal vento, hanno lambito alcune case e per questo è stato necessario l'intervento dell'elicottero antincendio della Regione. I vigili del fuoco sono al lavoro sul posto. La situazione è sotto controllo ed è stata avviata la bonifica.

Il fenomeno di questi violentissimi temporali notturni - previsti anche nelle prossime ore - è abbastanza frequente nella zona dolomitica e più in generale lungo l'intera cerchia alpina.