Scuola: via a 53mila assunzioni tra docenti e personale ata

Scuola: via a 53mila assunzioni tra docenti e personale ata

Il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera alle nuove assunzioni nella scuola: interessati soprattutto gli insegnanti, ma anche il personale Ata e i presidi. Secondo Cisl Scuola le assunzioni di personale Ata sono insufficienti.

"Il 2 agosto sono scadute le domande dei docenti di ruolo che intendono chiedere assegnazione provvisoria per ricongiungimento ai famigliari o utilizzazione su sostegno, e dal 2 agosto sono partite per il Piemonte, le nomine in ruolo dei docenti di ogni ordine e grado, vincitori di concorso, che sceglieranno prima, in sede regionale, la Provincia e poi, presso gli uffici scolastici provinciali, l'ambito di titolarità". Le nuove assunzioni erano state anticipate ai docenti anche dal Ministro dell'istruzione, università e ricerca Valeria Fedeli che oggi ha ottenuto il via libera, attraverso tre decreti (Dpr) proposti da ministeri della P.A e del Mef, per assumere per l'anno scolastico in partenza51.773 unità di personale docente su posti vacanti e disponibili. Il corso prevede l'insegnamento di tutte le discipline previste dall'indirizzo di studi di riferimento attraverso il ricorso alla flessibilità didattica e organizzativa consentita dall'autonomia scolastica, alla didattica di laboratorio e a tutte le risorse strumentali possibili.

Un Comitato scientifico nazionale valuterà l'andamento nazionale del Piano di innovazione e predisporrà annualmente una relazione che sarà trasmessa al Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione. Si potrà attivare una sola classe per scuola partecipante. Il tutto entro il quarto anno di studi. Queste saranno quindi sottoposte alla valutazione di un'apposita Commissione tecnica. A livello regionale, invece, saranno istituiti i Comitati scientifici regionali che dovranno valutare gli esiti della sperimentazione, di anno in anno, da inviare al Comitato scientifico nazionale.