Usa contro Marquez: "E' complice di trafficante"

Usa contro Marquez:

E lì lo ha raggiunto il procedimento del Ministero del Tesoro Usa. Poi un anno e mezzo poco fortunato in A. E infine, per Rafa Marquez, un'onta che col calcio ha poco a che vedere. Stando alle accuse, Marquez si sarebbe fatto intestare proprietà e beni dal narcotrafficante locale Raul Flores Hernandez, il quale avrebbe ideato questo metodo al fine di celare i proventi derivanti dal traffico di droga e anch'egli sanzionato assieme a circa 20 persone e 42 soggetti.

Non sono ore serene quelle che sta trascorrendo Rafa Marquez, veterano difensore centrale dell'Atlas, squadra messicana di Guadalajara, nonché giocatore simbolo della Nazionale del Messico, con cui conta ben 142 presenze e 17 gol. I due, secondo il direttore della OFAC (Oficina de Control de Bienes de Extranjeros) John Smith, "si conoscevano da parecchio tempo". Ad annunciare la sanzione per il calciatore messicano, 38 anni, è stato il Dipartimento del Tesoro statunitense. "Nego categoricamente qualsiasi rapporto con una qualsiasi di queste organizzazione e i fatti riportati da diversi giornali", ha detto in una conferenza stampa dopo diverse ore di testimonianza davanti al procuratore generale messicano, a cui si è sottoposto volontariamente.