Camorra, arrestato "nanuccio 'o segretario" Era un noto boss del clan "Sacco-Bocchetti"

Arrestato in Romania Gaetano Manzo, 66 anni, di Secondigliano, latitante dal 2009.

I carabinieri della sezione "Catturandi" di Napoli insieme alla polizia romena e alla 5^ divisione dell'ufficio Si.re.ne per la cooperazione internazionale di polizia lo hanno localizzato in una villa a Fizesu Gherlii.

"Sessantaseienne di Secondigliano, quartiere alla periferia di Napoli, Manzo era detto "'nanuccio 'o segretario" per il ruolo ricoperto all'interno del gruppo camorristico dei Sacco-Bocchetti - legato al clan Licciardi - che nei primi anni 2000 gestiva il traffico di cocaina tra Italia e Spagna e i rifornimenti di eroina dalla Grecia.

Di tanto in tanto, mettono in evidenza gli inquirenti, veniva inviato all'estero per prelevare i rifornimento di stupefacenti. Col passare degli anni, a seguito degli arresti operati dalle forze dell'ordine, è riuscito a raggiungere una posizione di spicco, tanto da esser considerato l'unico leader del gruppo ancora in libertà.

Nel 2014 era stato emesso un ordine di carcerazione per associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti. Quando è stato trovato in Romania, dove lavorava per una ditta attiva nel settore dei videopoker, era senza documenti e non ha opposto resistenza ai militari.