Salerno, 51enne annega per salvare le figlie in mare

Salerno, 51enne annega per salvare le figlie in mare

Un uomo di 51 anni è morto per salvare le sue figlie che si trovavano a mare con il materassino a Santa Maria di Castellabate, nel Salernitano.

Una tragedia quella a cui hanno fatto da sfondo questa mattina le acque di Santa Maria di Castellabate nei pressi dell'approdo de "Le Gatte".

Il grave incidente, è avvenuto nel primo pomeriggio, e oltre a costare la cita all'uomo ha messo in pericolo anche tre uomini della Guardia Costiera di San Marco di Castellabate.

Il mare era talmente mosso da mettere in seria difficoltà anche la Guardia costiera.

Sul posto gli uomini del Saut di Castellabate che hanno provato a rianimare in ogni modo la vittima, dinanzi agli occhi del figlio 21enne del medico dell'agronocerino. La vittima, Angelo Ferraioli, è un 51enne originario di Nocera Inferiore ed in vacanza nel comune cilentano.

I due ragazzi in difficoltà sono stati recuperati e tratti in salvo proprio dai militari che, pur essendo stati sbalzati dal gommone da una violenta onda, sono riusciti a portarli a riva. Ma è stato risucchiato dalla corrente. Per quanto per la giornata di oggi fosse stato previsto un forte vento che avrebbe scosso tutta la Campania, non era stato lanciato un vero allarme che riguardasse la sicurezza in mare.