Si è dimesso il capo della Protezione civile Curcio. Arriva Borrelli

Si è dimesso il capo della Protezione civile Curcio. Arriva Borrelli

Il sindaco di Arquata del Tronto Aleandro Petrucci ha appreso dall'Ansa delle dimissioni del capo della Protezione civile, ed è "dispiaciutissimo".

Al Campo AIB "Puglia Sud" si affianca anche il presidio presso la Caserma dell'Aeronautica Militare "Jacotenente" nel territorio di Vico del Gargano (FG) dove, dal 1 luglio al 9 settembre, sono impegnati i volontari della VAB e del Corpo AIB Piemonte.

Il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, ha ricevuto l'8 agosto dal Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, una lettera nella quale, a causa di motivi strettamente personali, chiede di poter essere sollevato dall'incarico attualmente ricoperto. "Purtroppo, per motivi strettamente personali, non sono più, in questo momento, nella possibilità di garantire il cento per centro della mia concentrazione e del mio impegno per continuare a ricoprire tale ruolo". "La scelta di una figura interna al Dipartimento come nuovo capo non può che rappresentare un riconoscimento da parte del Governo e delle istituzioni del lavoro finora svolto". Per il nuovo arrivato non sarà facile portare avanti un Dipartimento delicato come quello della Protezione Civile in un Paese che di fatto vive ogni situazione con la mentalità emergenziale e spesso si trova a fare i conti con le drammatiche conseguenze di eventi naturali come frane, maltempo o terremoti. Angelo Borrelli, laureato in Economia e Commercio, è revisore contabile e dottore commercialista. Tuttavia oggi lo stesso Errani, archiviate le polemiche passate, ha voluto a sua volta salutare Curcio, mandandogli un forte abbraccio dopo aver affermato di apprezzarne al di là di tutto competenza e professionalità. Ho conosciuto e ho avuto l'onore di collaborare con Fabrizio in momenti drammatici della nostra storia e ne ho potuto apprezzare la passione e l'impegno che metteva nel proprio incarico. "Auguro buon lavoro a Borrelli con cui - conclude Masetti - confido che la collaborazione con Anci prosegua nella stessa direzione".