Juventus pronta, Buffon sentenzia: "Dybala unico 10. Critiche strumentali alla difesa"

Juventus pronta, Buffon sentenzia:

La maglia numero 10 della Juventus la indosserà per la prima volta Dybala. Con caratteristiche diverse, i giocatori che abbiamo non hanno nulla da invidiare a nessuno. Da inizio stagione ho una strana euforia e felicità, che probabilmente è figlia di quel pizzico di follia che mi ha sempre contraddistinto e mi ha portato fino ad oggi. Lui può rappresentare degnamente questo numero.

"La vedo forte, come tutti gli altri anni: sarà un punto di forza, come lo è sempre stato".

Sarà la prima senza Bonucci. "E questo basta e avanza per avere un certo tipo di ottimismo e di certezza".

Buffon: "Dybala l'uomo giusto per la 10". "E' chiaro che se uno analizza il precampionato - ha proseguito Buffon - dove giochi 20 minuti con una formazione e 25 con un'altra, dopo mezz'ora ne cambi undici. mi sembra siano critiche un po' strumentali". Tra 15 partite si potrà dare qualche verdetto.

"La Juve secondo me ha preso quello che è stato il miglior portiere dell'anno scorso, senza dubbio, è un portiere che ha anche un'esperienza internazionale". Credo che non abbia fatto nessun tipo di errore la società. E poi conoscendolo in questo mese che ci siamo allenati insieme, posso confermare il giudizio sul portiere, in più posso anche dire che è un ragazzo che si inserirà benissimo, perchè si è già inserito nel gruppo di lavoro, nello spogliatoio, nel modo di pensare e di lavorare della Juve.

"Credo che ci siano tutti gli elementi per fare una grande gara". Al di là dell'avversario, che negli ultimi anni ha sempre fatto fatica contro di noi, bisogna rispettarlo. "Spero che la nostra bacheca di trofei possa essere rimpinguata da questa Supercoppa per ricominciare nel migliore dei modi".

Le insidie per il prossimo anno quali sono?

"Lo dico sempre, non si può perdere in eterno ma neanche vincere in eterno. Se lo dimostreremo in campo saremo sempre là". Perchè se in 100 anni di campionati nessuno lo aveva mai fatto stiamo parlando di numeri giganteschi. Abbiamo la certezza che noi siamo sempre noi, siamo sempre forti. "Ad agosto dirlo non significa niente, dobbiamo far parlare il campo dalla prossima settimana". "Vedremo quanta voglia di dimostrarlo avremo".

La Juventus riparte da una finale: quella che mette in palio la Supercoppa, dopo quella di Champions League terminata con una sconfitta.

"Nessuno più di lui in squadra meritava la dieci". E così sarà anche domani.