Roma sconfitta a Siviglia, Di Francesco: "Problemi normali"

Roma sconfitta a Siviglia, Di Francesco:

Sicuramente abbiamo ricercato qualcosa dal punto di vista della manovra, siamo cresciuti dal punto di vista qualitativo. Per il resto ha lavorato bene, hanno cercato anche di aggredire alto l'avversario.

Sembrava che la Roma si concentrasse di più sul difendersi che sull'attaccare... Si è usato un po' troppo il fioretto in certe situazioni. Il Siviglia ha cambiato poco, ha determinate abitudini, fisicamente siamo indietro rispetto a loro, però, ci siamo giocati la partita. "Avremmo dovuto osare qualche verticalizzazione in più, se andiamo a vedere anche il palo credo che la partita sia stata ben giocata".

Defrel da esterno potrebbe essere un titolare?

"So che può interpretare questo ruolo, lo sto allenando da esterno e si vede. L'atteggiamento è giusto, la condizione e l'affiatamento devono migliorare, posso dire che è stata una buona gara".

Quanto manca per vedere la vera Roma? Come valuta Ünder e Fazio? Stiamo costruendo, un po' di tempo ci vuole. Poi la condizione fisica: il Siviglia deve fare i preliminari di Champions, è più avanti di noi. La squadra ha creato tanto. Tranne i primi 15' abbiamo tenuto bene il campo. "Fazio è entrato bene, Moreno aveva giocato poco, volevo dargli più minuti, accadrà anche a Vigo per dare minuti a tutti". Chi sarà il centrale titolare insieme a Manolas? Di Nainggolan mi è piaciuta l'abnegazione, è cresciuto alla distanza, è stato decisivo in tutte le situazioni di gioco. "Il suo ruolo cambia poco perchè nel corso della partita diventa anche trequartista, sta ritrovando la voglia di correre all'indietro, Radja deve fare entrambe le fasi, si sta mettendo a disposizione".