Usa, auto contro manifestanti antirazzisti in Virginia: feriti

Usa, auto contro manifestanti antirazzisti in Virginia: feriti

Dopo la marcia sono scoppiati scontri tra manifestanti e militanti anti-razzisti, tanto da spingere la polizia a dichiarare la protesta fuorilegge, ordinando alla folla di disperdersi.

L'episodio è stato immediatamente rilanciato da molti testimoni attraverso i social network e i video postati mostrano abbastanza chiaramente la dinamica. Secondo la polizia di Charlottesville, diverse persone sono rimaste ferite negli scontri, ma le autorità non hanno fornito un bilancio. Si vedono corpi di persone volare sui tettucci delle altre macchine. La polizia, secondo la Cbs, parla di quattro feriti. La manifestazione si è tenuta in vista del raduno di "Unite the Right" per protestare contro la decisione della città di Charlottesville di rimuovere la statua del generale confederato Robert Lee, uno dei protagonisti della Guerra civile americana. Il governatore della Virginia ha messo in allerta la Guardia Nazionale nel caso la situazione peggiorasse e ha proclamato lo stato di emergenza."Dobbiamo essere tutti uniti contro l'odio". Molti dei manifestanti di estrema destra innalza le bandiere sudiste confederali, un simbolo che molti considerano razzista. Anche lady Trump è intervenuta sulla vicenda con un tweet: "Il nostro Paese incoraggia la libertà di espressione - ha scritto -".

Un'automobile si è schiantata sulla folla a Charlottesville, in Virginia, durante la manifestazione "Unire la destra" dei suprematisti bianchi e ci sono feriti. Non c'è spazio per questo tipo di violenza in America.