Barricato e armato in casa, trasmette in diretta su Facebook

Barricato e armato in casa, trasmette in diretta su Facebook

Il negoziatore dei carabinieri, inviato sul posto (sono arrivati fin nell'appartamento sottostante), ha provato in ogni modo di farlo ragionare, ma fino ad ora non c'è stato verso. Il commerciante ha anche lanciato dal balcone documenti, videocassette, mobili, e persino una persiana che ha divelto. L'allarme è scattato nella giornata di ieri all'ora di pranzo, in via Borgaro 84 a Torino, dove un uomo si è barricato in casa in un appartamento al quinto piano sostenendo di avere una pistola e di potersi uccidere se qualcuno non lo avesse fatto parlare con i giornalisti.

Intervento poco dopo le 14,30 di oggi, giovedì 18 maggio, dei Carabinieri, Vigili del Fuoco e 118 in corso in una palazzina di via Borgaro. L'uomo ha anche rifiutato di parlare col fratello. "Qua non entra nessuno se non viene l'esercito", ha scritto in un post, l'uomo sostiene di essere minacciato "da una banda di mafiosi". L'intera casa è stata messa sottosopra. "Da casa mia non mi potete sparare!", ha urlato ancora in diretta dal suo cellulare. Da quanto si apprende, l'uomo, divorziato da un paio d'anni, aveva problemi economici e probabilmente un debito di ventimila euro con le banche. Per sicurezza è stata interrotta l'erogazione del gas. I vigili del fuoco hanno sistemato i materassi, nel caso l'uomo si getti nel vuoto.

Ha trasmesso alcuni video in diretta Facebook nei quali si vede il disordine di casa sua e un cumulo di oggetti posizionati contro la porta di ingresso.