Spalletti: "Vogliamo la Champions. Il futuro dipende dalla vittoria di domani"

Spalletti:

"Il futuro? A me interessa solo il Chievo".

'Dobbiamo vincere per forza', ha intanto dichiarato nella conferenza stampa della vigilia il mister della Roma Luciano Spalletti confermando peraltro che Dzeko, precedentemente ai box per infortunio, è ora è a disposizione. Vogliamo avere la possibilità di giocare la competizione più bella del calcio. Lo scudetto lo vince giustamente la Juventus. Dopo domenica non c'è il rischio di calo di concentrazione contro il Chievo. Il Chievo non ha niente da perdere? Una clamorosa rimonta scudetto? Non per come la vedo io, il Chievo però è forte e ha messo in difficoltà diverse squadre. "A noi non cambia niente, perché noi non possiamo fare altro che vincere queste due partite che restano".

"Quando noi si lavora per costruire un obiettivo, in maniera seria e continua, parlare di delusioni mi sembra eccessivo. Questo mi dispiace. Io devo pensare però a vincere e per questo devo ragionare sulla gestione di Francesco". Abbiamo sempre lottato a denti stretti in ogni momento, non vogliamo perderci questa occasione. Ci sono allenatori che sono venuti, con qualcuno avrà parlato allora, per me è normale si parla del mercato aperto, ognuno decide di programmare quello che sarà il futuro. Ci interessano solo queste due partite qui. Non è che tenendo bassi gli altri si riesce a prevalere avendo un titolo o un merito. "Se loro vogliono prendere questo posto vuol dire che io devo essere più bravo di loro". Accettando la sfida si va al di là dell'ostacolo. I numeri del Chievo raccontano che sono una delle squadre peggiori in termini di cross, di possesso palla nella metà campo avversaria ma sono una delle squadre migliori sulle verticalizzazioni improvvise, la squadra che lancia di più, la più brava di tutte nei rimbalzi, a mettere in fuorigioco.

Infine domanda su cosa rinuncerebbe pur di vincere il titolo con la Roma:"Fammela la prossima settimana questa domanda che ti rispondo una cosa bellina". Abbiamo qualche volta lasciato per strada qualche risultato che ci fa male, ci portiamo dietro questa tristezza. A cosa rinuncerei per vedere la Roma campione d'Italia? Faccio le mie scelte e a volte l'ho penalizzato, purtroppo sarà così anche contro Chievo e Genoa. "Per quanto riguarda me e la squadra, il futuro dipende dalla vittoria di domani".